News

[LIBRO] Jacques Defourny, Marthe. Nyssens (Editors), Social Enterprise in Western Europe: Theory, Models and Practice, Routledge, 2021.

Nel 2013 J. Defourny e M. Nyssens hanno lanciato il progetto di ricerca internazionale ICSEM allo scopo di fare emergere i differenti modelli di impresa sociale esistenti a livello internazionale. La ricerca è stata condotta attraverso il coinvolgimento di circa 250 ricercatori provenienti da oltre 50 differenti paesi del mondo. Il progetto è arrivato al suo termine e il presente volume mostra i principali risultati inerenti all’Europa dell’Ovest. In particolare il volume è suddiviso in due parti.

[LIBRO] Bruce A. Seaman, Dennis R. Young (Editors), Handbook of research on nonprofit economics and management, Edward Elgar Publishing, 2018.

Nell’ultimo decennio le organizzazioni non profit si sono trovate a dover affrontare delle importantissime sfide come forse non mai prima. La crisi economica dei subprime prima e l’attuale crisi pandemica hanno notevolmente compromesso e ridotto l’insieme di finanziamenti pubblici e privati che il settore era abituato a ricevere. Inoltre, nuovi bisogni sociali sono emersi, oppure si sono ampliati quelli già esistenti, come nel caso dell’aumento dei profughi, il bisogno di tutela dei diritti delle donne e l’inquinamento ambientale.

[LIBRO] Dennis R. Young, Elizabeth A.M. Searing, Cassady V. Brewer (Editors), The social enterprise zoo: A guide for perplexed scholars, entrepreneurs, philanthropists, leaders, investors, and policymakers. Edward Elgar Publishing, 2016.

Negli ultimi anni le imprese sociali sono state oggetto di svariati studi e ricerche volti a mettere in luce i differenti modelli esistenti di questa nuova forma d’impresa. Gli autori utilizzano la metafora dello zoo per presentare la diversità delle imprese sociali nelle sue varie forme e modalità di organizzazione. In particolare, il volume, tra gli altri, descrive le forme giuridiche utilizzate dalle imprese sociali, affronta le ragioni del successo o del fallimento di queste imprese e descrive i differenti aspetti legati alla governance.

[ARTICOLO] Kai Hockerts (2015), How hybrid organizations turn antagonistic assets into complementarities. California Management Review, 57 (3), 83–106.

L’articolo affronta il tema delle organizzazioni ibride dal punto di vista degli aspetti strategici posseduti da queste emergenti tipologie d’impresa. In particolare, l’autore dopo aver fatto un’accurata presentazione della letteratura sul tema dei possibili asset strategici posseduti dalle imprese sostiene che la forza delle organizzazioni ibride sta nella capacita di trasformare asset considerati improduttivi dalle tradizionali organizzazioni for-profit in asset strategici rilevanti.

[ARTICOLO] Julie Battilana, Matthew Lee (2014), Advancing Research on Hybrid Organizing – Insights from the Study of Social Enterprises. The Academy of Management Annals, 8(1), 397–441.

Il presente articolo è in assoluto tra i più citati sul tema delle organizzazioni ibride. Queste ultime sono tali perché hanno caratteristiche tipiche sia delle organizzazioni for-profit, tipo la generazione di un profitto, sia delle organizzazioni non profit come la ricerca di un obiettivo sociale.

[RAPPORTO DI RICERCA] CERVED – Rapporto Italia sostenibile 2021

Cerved è una società che si è evoluta da centro di elaborazione dati del sistema camerale del Veneto fino a diventare un player rilevante a livello nazionale per il patrimonio di dati a cui ha accesso e per la capacità di elaborarli. Al cuore del patrimonio informativo di Cerved stanno infatti tutti i bilanci delle imprese italiane, nonché numerosi altri dati e informazioni provenienti dal sistema camerale italiano e da altre banche dati di società via via acquisite.

[ARTICOLO] Moggi, S., & Dameri, R. P. (2021). Circular business model evolution: Stakeholder matters for a self‐sufficient ecosystem. Business Strategy and the Environment. DOI: 10.1002/bse.2716

Il tema della sostenibilità – economica, ambientale, sociale – sta assumendo una posizione sempre più centrale in tutte le discipline. Particolare interesse rivestono le situazioni in cui i tre aspetti della sostenibilità vengono perseguiti simultaneamente e in modo congiunto. Dal punto di vista economico-aziendale, assumono rilevanza i nuovi modelli di business capaci di dare autosufficienza a pratiche altrimenti costrette a dipendere dai finanziamenti pubblici o privati a fondo perduto.

[ARTICOLO] Dagnino, G. B., Picone, P. M., & Ferrigno, G. (2021). Temporary Competitive Advantage: A State‐of‐the‐Art Literature Review and Research Directions. International Journal of Management Reviews, 23(1),pp. 85-115.

In many industries, the traditional sources of competitive advantage tend to evaporate fairly rapidly. Therefore, managers need to continually rethink and reformulate their firm strategies. Likewise, scholars have felt compelled to shift the traditional centre of attention from competitive advantage that is sustainable over time to a focus on how firms compete by achieving a series of temporary advantages. However, the proliferation of research on temporary competitive advantage, far from building a solid body of literature, has produced a series of fragmented studies.

[ARTICOLO] Conz, E., & Magnani, G. (2020). A dynamic perspective on the resilience of firms: A systematic literature review and a framework for future research. European Management Journal, 38(3), pp. 400-412.

This study aims to answer the following research question: How is the resilience of firms defined in the business and management field? In doing so, the authors answer recent calls for research about a more thorough conceptualisation of the resilience of firms and its definition. They conducted a systematic literature review of 66 selected papers published between 2000 and 2017. By means of inductive content analysis, the authors analyse the definitions of ‘resilience’ and elaborate a novel conceptual framework that introduces a dynamic perspective on the resilience of firms.

[LIBRO] N.M.Gusmerotti, M.Frey, F.Iraldo, Management dell’economia circolare, Franco Angeli, 2020

L’Economia Circolare rappresenta una sfida fondamentale per lo sviluppo sostenibile così come un nuovo paradigma per le imprese. Arricchito da esempi e casi tratti da progetti operativi, questo volume offre una ampia panoramica sui principi e criteri per la transizione alla circolarità, sui drivers interni ed esterni che possono spingere le imprese al cambiamento, sui nuovi business models per la circolarità, sulla misurazione dei livelli di circolarità di processi e prodotti come supporto al decision making.

Pages