Dibattitto aperto sui fini dell’impresa

Come introdotto nell'Editoriale del numero 1/2020, Impresa Progetto - Electronic Journal of Management apre un dibattitto sul tema dei fini dell'impresa, alla luce del recente Statement on the Purpose of a Corporation della Business Roundtable. La proposta di dibattito è stata poi ulteriormente articolata alla luce dell'emergenza sanitaria e degli stimoli alla riflessione che ne derivano.

Quanti desiderano intervenire nel confronto possono inviare i loro contributi secondo le modalità specificate nel documento di Addendum alla proposta di dibattito.

Reviews

Marco Frey
Corrado Cerruti
Daniele Binci

Il tema dell’innovazione è stato oggetto di un grande dibattito teorico tra gli economisti e gli economisti d’impresa, essendo la modalità principale attraverso cui l’impresa assicura la propria sopravvivenza e competitività.

CEDAM, Padova, 2012
Guido Corbetta
Federico Visconti

"Nel bel mezzo di una tempesta di dati sul PIL che ristagna, sul debito pubblico che cresce, sui consumi che sono fermi e sulla fiducia che crolla, un dato confortante c’è, un punto di leva esiste: l’Italia è il paese degli imprenditori. Da soli forse non basteranno, ma almeno li abbiamo. Una cosa però va detta: gli imprenditori sono destinati a cambiare. Nel 2020, tanto per ipotizzare una data, avranno profili diversi dagli attuali, svolgeranno compiti diversi, assumeranno ruoli diversi.

Egea, Milano, 2011
Gary Hamel

È difficile sottrarsi alla lettura di un volume di Gary Hamel -  autore così noto da non richiedere alcuna presentazione e non solo per di chi si occupa di management, tanto per dire: The Wall Street Journal lo ha recentemente classificato come il più influente  “business thinker” al mondo e Fortune magazine lo ha qualificato “the world’s leading expert on business strategy”. Di un volume, per di più,  più volte ristampato e a lungo, dopo la prima uscita nel 2007, in cima alle classifiche dei best seller.

Harvard Business School Press (trad. it, Etas 2008), 2007
Nicoletta Buratti
Claudio Ferrari

Il riconoscimento del nesso tra cultura e territorio si sta affermando sempre più chiaramente nelle politiche di sviluppo urbano e locale di diversi paesi. La valorizzazione del patrimonio culturale e le industrie culturali vengono infatti identificate quali agenti capaci di aiutare città e territori piccoli e medi a raggiungere obiettivi economici e sociali che assumono un carattere strategico nel contesto attuale per affrontare le sfide della globalizzazione e della economia della conoscenza.

Franco Angeli, Milano, 2011
Alberto Quagli
Paola Ramassa

La creazione di valore costituisce un parametro-obiettivo che contribuisce a orientare le scelte strategiche ed operative aziendali. Il perseguimento del valore, in termini di creazione e mantenimento nel corso del tempo, tende infatti a garantire la sopravvivenza dell’impresa  e assicura che siano stati soddisfatti tutti gli stakeholders in quanto il diritto di proprietà degli azionisti presenta una natura residuale.

Franco Angeli, 2010
Federico Butera
Giorgio De Michelis

E’ di grande attualità il dibattito sui problemi indotti dalla crisi internazionale e sulla capacità del nostro sistema nazionale di resistere agli evidenti segni di declino, manifestati in particolare dal tessuto industriale.

Gravi sono i sintomi di declino: la crescita modesta della produttività, la riduzione della competitività sui mercati internazionali dei prodotti italiani, segnalata peraltro da una significativa perdita di quota di mercato, la contrazione dell’occupazione e così via.

Franco Angeli, 2011
Paola Paniccia
Patrizia Silvestrelli
Marco Valeri

Il testo “Economia e Management delle attività turistiche e culturali. Destinazione, Impresa, Esperienza. Contributi di ricerca”, a cura di Paola Paniccia, Patrizia Silvestrelli e Marco Valeri, costituisce un importante materiale di studio e di valutazione dei cambiamenti che si stanno compiendo nel settore turistico.

G. Giappichelli Editore, 2010
Corrado Gatti

La vita dell'impresa e dei suoi collaboratori è permeata dalle negoziazioni, strumento utile quanto necessario a supporto delle decisioni e dell'implementazione delle stesse. Si pensi alla conclusione di un contratto di fornitura, alla distribuzione dei prodotti sul mercato, all'organizzazione e gestione delle risorse umane, alle relazioni competitive e cooperative all'interno e nei rapporti con l'ambiente esterno.

Risulta evidente, quindi, l'importanza della conoscenza e dunque dello studio di tale pratica sia per i professionisti, sia per gli accademici.

CEDAM, 2008
Luciano Gallino

Che il tema della responsabilità sociale di impresa sia all'ordine del giorno è oggi considerazione quasi scontata. La centralità di questo tema non discende solo dal vasto eco dei recenti scandali finanziari e industriali che hanno coinvolto imprese importanti come Parmalat, Enron o Lehman Brouthers giusto per citare le più note, ma anche, e in maniera più profonda, dal più generale e ampio dibattito circa quali debbano essere le finalità d'impresa.

Einaudi, Torino, 2009
Giorgia Profumo

Il settore del trasporto aereo passeggeri è stato interessato da intensi mutamenti ambientali di natura sia normativo istituzionale sia economico finanziaria (si pensi ai processi di deregolamentazione piuttosto che agli shock economici) che hanno profondamente alterato le regole della concorrenza. Le compagnie di trasporto aereo hanno dovuto, di volta in volta, adeguarsi al mutato contesto ambientale adottando soluzioni strategiche diverse per conseguire o mantenere il vantaggio competitivo.

Enzo Albano, Napoli, 2008

Pages